BASSETTI: “La malattia oggi ha un mortalità decisamente più bassa”

Secondo l’infettivologo, “c’è stato un lieve rialzo dell’età media dei positivi dovuta all’effetto delle vacanze: sono i giovani che si sono spostati di più e per questo sono stati più esposti al virus”, portandolo poi anche in famiglia. “Ma ad essere mutata è esclusivamente l’età dei contagiati e non dei pazienti – osserva – Io ricovero solo ultra 80enni con, fortunatamente, una situazione clinica diversa da quella di marzo-aprile e non ho decessi da tempo”.

“E’ vero – chiosa Bassetti – il mare si sta agitando, ma su 40mila contagi solo il 5% ha bisogno di cure. Nei mesi caldi dell’emergenza avevamo picchi di 25-30% dei positivi che necessitava di cure in terapia intensiva”. (fonte adnkronos.com)

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.