Caressa sulla Reggina: ‘Numeri straordinari di pubblico, in Serie A c’è bisogno di Sud”

“Il mio ricordo di Reggio Calabria è bellissimo. La prima volta che si tentò l’esperimento di Diretta Gol il campo principale era Reggina-Inter. Ero a Reggio Calabria e davo la linea agli altri campi. Di quella giornata in particolare mi ricordo il fatto che ebbi tante difficoltà tecniche. Dovevo avere l’occhio sulla partita e sul monitor. Era impossibile seguire tutto. Fu un pomeriggio durissimo, ma decidemmo di trovare altre soluzioni tecniche con il doppio telecronista. Sono stato spesso al Granillo e con le partite di sera si facevano cene di pesce stasera. Ero ancora giovane, adesso posso farlo ancora meno”.

Ha parlato ai microfoni di Vai Reggina, trasmissione di Reggina Tv.

“Mi piaceva molto – rivela –  girare per il centro di Reggio. Andavo anche a Messa in una chiesa. Non ho mai trovato brutto tempo, solo un po’ di vento. Una specie di miracolo, per me che partivo da Milano arrivavo da nebbia e freddo. Vedevo il mare, ritrovavo un po’ di sole ed anche un po’ di felicità”.

fonte sport.strill.it

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: