Cetty Scarcella (Coraggio Italia): “Oggi, più che mai, credo sia importante proseguire il percorso di radicamento intrapeso da Coraggio Italia”

Cetty Scarcella (Coraggio Italia): “Oggi, più che mai, credo sia importante proseguire il percorso di radicamento intrapeso da Coraggio Italia”

“Abbiamo riavvicinato la gente comune alla politica, ora non si disperda l’entusiasmo”. E’ quanto dichiara Cetty Scarcella, candidata di Coraggio Italia alle recenti regionali. “Sono trascorsi -evidenzia – più di dieci giorni dalla straordinaria affermazione che il nostro partito ha avuto in Calabria, contribuendo alla netta vittoria del neo-eletto Governatore Roberto Occhiuto. A primo impatto si potrebbe parlare di sorpresa, di exploit: Coraggio Italia, due mesi dopo dalla sua nascita, consegue il 5,5% dei voti, elegge due Consiglieri Regionali al pari di Forza Azzurri e uno in più dell’UDC, partito storico e fortemente radicato nella nostra Regione. In realtà, però, il risultato ottenuto è frutto di un lavoro capillare, iniziato molti mesi fa, da parte di un Partito che ha fatto della presenza sul territorio, anche con esponenti autorevoli, il suo punto di forza. Una squadra coesa che, con impegno, serietà’ e competenza è riuscita a coinvolgere i calabresi. Ho potuto constatarlo, in prima persona, dopo aver avvertito la vicinanza e l’entusiasmo della società civile che ha partecipato, attivamente, alle diverse iniziative ed ai gazebo, che ho organizzato nelle piazze nel corso della campagna elettorale”.

“Il solo pensiero che 2.371 cittadini della Provincia di Reggio Calabria, nonostante il forte astensionismo, si siano recati alle urne a scrivere il mio nome, supportandomi, e barrare il simbolo di Coraggio Italia – sottolinea la Scarcella – mi riempie d’orgoglio e di emozione, soprattutto, considerando che le mie preferenze sono ascrivibili, esclusivamente, all’attivismo ed al simbolo di Coraggio Italia, non essendomi mai candidata prima e non avendo alcuna struttura politica alle spalle”. Un risultato che mi spinge anche ad una ulteriore riflessione: “Quanta voglia hanno i cittadini di essere parte attiva della vita politica? Quanta forza attrattiva potrebbe avere Coraggio Italia tra i cittadini calabresi che da tempo delusi e disillusi hanno deciso di iscriversi al Partito degli Astensionisti? “A mio giudizio – conclude la giovane esponente di Coraggio Italia – ritengo che il risultato raggiunto alle elezioni, possa essere per il partito un punto di partenza e non d’approdo. La gente ancora non ha perso l’entusiasmo, infatti, continuo ad essere avvicinata da tanti cittadini che vogliono aderire al progetto, gente di estrazione sociale e culturale differente. Il dato confortante è quello anagrafico: sono tanti i giovani che vorrebbero seguire o emulare il mio percorso formandosi, militando, sfruttando positivamente la vicinanza di gente disponibile e d’esperienza. Oggi, più che mai, credo sia importante proseguire il percorso intrapreso di radicamento, che consenta di avvicinare il partito, con maggiore vigore, ai territori, che non lasci, nell’indifferenza alla politica, tanta gente valida che potrebbe portare innovazione e decoro alla nostra regione, prima che al Partito”.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *