Coronavirus, “oltre il 30% della popolazione è entrata in contatto con il virus sviluppando gli anticorpi”

“Oltre il 30% della popolazione è entrata in contatto con il virus sviluppando gli anticorpi“. Lo afferma all’Adnkronos Salute Pasquale Mario Bacco, medico legale di Meleam, società specializzata in medicina del lavoro, illustrando i risultati di un’indagine condotta in 2 step tra febbraio e aprile in tutte le regioni italiane e a San Marino.

Nell’indagine Meleam la positività agli anticorpi “non a caso è risultata più elevata in Lombardia, con Brescia in testa (quasi 50% dei soggetti testati) – riferisce il medico legale – A Milano il dato è del 46%. Ma anche nel resto d’Italia i risultati ci dicono che circa il 30% del campione aveva sviluppato gli anticorpi. Tutti i positivi sono stati invitati a riferire i risultati al medico di medicina generale, e il tampone successivo ha riscontrato la positività di un numero molto limitato di casi”.

Le “nostre analisi mettono in luce inoltre il ruolo, nella diffusione, delle varie fasce d’età: i veri untori – evidenzia l’esperto – sono stati i soggetti fino ai 30 anni. Quasi sempre completamente asintomatici, hanno amplificato la diffusione del virus. Le fasce di età più giovani, almeno fino ai 30 anni, presentano un’incidenza di positività agli anticorpi più che doppia rispetto alle fasce più anziane, che invece sono quelle che manifestano i sintomi”. (fonte adnkronos.com)

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.