Covid, è aumentata la carica virale nei tamponi

Sta aumentando la carica virale, ossia il numero delle copie di materiale genetico del nuovo coronavirus presenti in un millilitro di materiale biologico prelevato con il tampone: un fenomeno che secondo gli esperti potrebbe essere la spia dell’emergere di nuove infezioni. 

Se tra fine luglio e i primi di agosto la carica virale era inferiore a 10.000, attualmente si rilevano casi di oltre un milione. Lo rende noto il virologo Francesco Broccolo, dell’Università Milano Bicocca e direttore del laboratorio Cerba di Milano. (Fonte ansa.it)

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.