DOMANI ALLE ORE 18:00 PRESSO LA PIAZZA DELL’EMIGRANTE DI SIDERNO LA PRESENTAZIONE DI SRADICATI ULTIMA OPERA LETTERARIA DI MIMMO PANETTA

DOMANI ALLE ORE 18:00 PRESSO LA PIAZZA DELL’EMIGRANTE DI SIDERNO LA PRESENTAZIONE DI SRADICATI ULTIMA OPERA LETTERARIA DI MIMMO PANETTA

Si terrà domani 2 Giugno alle ore 18:00 in una rinnovata e rigenerata Piazza dell’Emigrante di Grappidaro, la presentazione del libro Sradicati, ultima opera letteraria di Domenico Panetta  già sindaco della Città di Siderno.

Il libro narra delle vicissitudini di un’intera area, che  al pari di tutto il territorio calabrese e meridionale nei decenni  passati è stata colpita da un evento sociale, l’immigrazione massiccia a causa della mancanza di lavoro, che in alcuni casi ha fatto allontanare molti figli del nostro territorio dalle loro radici sino a spezzarle.

La location dell’evento (nemmeno a farlo apposta) era stata progettata e realizzata durante l’ultima legislatura Panetta a cavallo tra li ultimi anni 90 ed i primissimi anni 2000 proprio per ricordare le tante persone costrette ad emigrare.

Semi abbandonata per circa un decennio ha rivisto la luce, prima  grazie all’impegno ed alla tenacia di un gruppo di cittadini che l‘ hanno adottata costituendo al contempo l‘ associazione culturale “Comitato piazza dell’emigrante 2015”  con lo scopo di prendersene cura e restituirla alla collettività e dopo grazie ad un ampia progettazione sociale, che negli ultimi tre anni è partita proprio dall’ex bene abbandonato, coinvolgendo e rianimando un intera comunità che oggi più che mai ha tanta voglia di crescere riscoprendo e valorizzando le sue radici.

Domani durante l’evento coordinato dalla giornalista Barbara Panetta che vedrà intervenire tra le altre personalità presenti oltre all’autore  Domenico Panetta, la professoressa Rita Commisso come relatrice e Rocco Ierinò in qualità di presidente del comitato Piazza dell’emigrante, si chiuderà un cliclo quello del recupero della piazza per finalità sociali e culturali, grazie alla  presentazione di un libro sull’emigrazione scritto propri da chi quella piazza in passato l’ha fortemente voluta e contemporaneamente si aprirà un percorso, quello della valorizzazione anche turistica di una zona troppo spesso sottovalutata e non considerata, percorso  che punta a valorizzare le arti, le storie, le tradizioni e le radici dei luoghi, che  partirà nelle prossime settimane e che vedrà proprio nella piazza dell’Emigrante il suo fulcro centrale.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *