È morto il professore che si era dato fuoco davanti la caserma dei carabinieri di Rende. L’uomo 33 anni, era ricoverato a Napoli.

È morto il professore che si era dato fuoco davanti la caserma dei carabinieri di Rende. L’uomo 33 anni, era ricoverato a Napoli.

È morto Francesco Chiarello, il docente di 33 anni che il 31 gennaio scorso a Rende (Cosenza) si era dato fuoco davanti la caserma della Compagnia dei carabinieri. Chiarello era ricoverato nel Centro grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Il docente era stato sottoposto ad alcuni interventi chirurgici a causa delle lesioni riportate, ma le sue condizioni erano rimaste sempre gravi. L’uomo era stato ricoverato dapprima nell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza e poi trasferito a Napoli a causa della gravità delle ustioni riportate. I motivi del gesto compiuto da Chiarello non sono mai stati chiariti. articolo tratto da telemia.it

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.