Gerace, ospitata nella splendida cornice del chiostro e nella chiesa di San Francesco la prima parte della giornata dedicata alla 29ª edizione della gara enologica internazionale itinerante promossa dal Concours Mondial de Bruxelles

Gerace, ospitata nella splendida cornice del chiostro e nella chiesa di San Francesco la prima parte della giornata dedicata alla 29ª edizione della gara enologica internazionale itinerante promossa dal Concours Mondial de Bruxelles

COMUNICATO STAMPA

L’Amministrazione Comunale della Città di Gerace, guidata dal Sindaco Giuseppe Pezzimenti, ha ospitato nella splendida cornice del chiostro e nella chiesa di San Francesco la prima parte della giornata dedicata alla 29ª edizione della gara enologica internazionale itinerante promossa dal Concours Mondial de Bruxelles , con tanti ospiti provenienti da diversi Paesi nel mondo in visita nei luoghi del vino. «Siamo lieti di aver ospitato tante eccellenze locali del settore enogastronomico nella nostra città – ha dichiarato il Vice Sindaco e consigliere metropolitano Rudi Lizzi – non solo perché il territorio di Gerace ha una forte tradizione vitivinicola e di allevamento e trasformazione dei prodotti locali ma anche perché nel contesto più ampio della manifestazione promossa dal Gruppo di Azione Locale Terre Locridee , con il supporto del Dipartimento Agricoltura e Risorse Agroalimentari della Regione Calabria, si è riusciti a rappresentare altre realtà produttive del territorio che, insieme, valorizzano il turismo e l’ospitalità della Locride». Dai salumi ai formaggi, dagli agrumi all’amaro fino alle marmellate e tante altre prelibatezze sono stati particolarmente apprezzate dai numerosi visitatori che hanno partecipato alla degustazione dei vini locali dei produttori di Bivongi, Bianco, Locride. «Queste iniziative sono molto importanti– ha concluso il Vice Sindaco Lizzi – perché Gerace la Locride e la Calabria intera si distinguono per l’ospitalità e la capacità di valorizzare una proposta enogastronomica locale che può competere a livello nazionale. Del resto una delle nuove frontiere del turismo è quella di abbinare il cibo locale alla cultura del luogo e, di conseguenza, l’enogastronomia rappresenta un ulteriore volano di sviluppo e crescita del territorio».

Gerace 24.05.2022 Ufficio Stampa

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.