Il capogruppo della minoranza del comune di Carlopoli (CZ) Emanuela Talarico si candida alla carica di sindaco

Riceviamo e Pubblichiamo

Il capogruppo della minoranza del comune di Carlopoli Emanuela Talarico si candida alla carica di sindaco, supportata da una lista che vede coinvolti quali candidati i due componenti uscenti della stessa minoranza e di altri 8 candidati impegnati per recuperare ed rifondare il senso di comunità e realizzare relazioni sociali “tradite dallo sfrenato individualismo e di un bieco personalismo caratterizzato dall’amministrazione guidata dal sindaco uscente Mario Talarico”, afferma Emanuela Talarico.

La lista cui farà capo Emanuela Talarico si chiamerà “Uniti per Carlopoli e Castagna” nel nome della continuità del percorso già avviato 5 anni fa.

<< Il nostro è un percorso già avviato da tempo – dichiara Talarico – il nostro obiettivo è quello di impegnarci, con determinazione, per migliorare la vivibilità del nostro paese >>.

<<Carlopoli – prosegue -se adeguatamente amministrato, potrebbe diventare la comunità di riferimento in questa parte di territorio montano.  È tempo di pretendere un salto di qualità per risollevarci dall’oblio in cui siamo stati costretti a vivere in questi anni, c’è, perciò, bisogno della collaborazione di tutti coloro che hanno a cuore il futuro del nostro paese. Vogliamo restituire la dignità al nostro paese, in cui mancano anche i servizi essenziali, un esempio su tutti: la carenza idrica.>> . (Un vero e proprio scandalo per un comune della Sila piccola).

Il gruppo a sostegno della candidata alla carica di sindaco non nasce soltanto in funzione delle elezioni, ma è la naturale prosecuzione di un impegno già profuso a vari livelli. Oltre agli altri due consiglieri uscenti, infatti, la lista “Uniti per Carlopoli e Castagna” avrà dei cittadini onesti, impegnati e residenti sul territorio da sempre.

<<Rappresentiamo un’alternativa valida, anzi l’unica possibile – conclude Emanuela Talarico – siamo certi che i cittadini non ci faranno mancare il proprio appoggio per tornare ad essere, finalmente, artefici del proprio destino>>.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.