IL COMUNE DI ALTOMONTE INCONTRA GLI AGRICOLTORI DEL COMPRENSORIO. “Siamo allo stremo” denunciano gli imprenditori agricoli

IL COMUNE DI ALTOMONTE INCONTRA GLI AGRICOLTORI DEL COMPRENSORIO. “Siamo allo stremo” denunciano gli imprenditori agricoli

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Le pesanti conseguenze dei due anni di pandemia Covid, combinate con i drastici effetti del conflitto tra Russia ed Ucraina hanno portato ad un quadro economico globale fortemente negativo per l’economia europea ed italiana, che riverbera i suoi effetti su tutti i settori delle attività produttive, ed anche e soprattutto sull’agricoltura. Altomonte, noto centro turistico della Valle dell’Esaro, è comunità che vive anche e soprattutto di agricoltura, specializzata in colture di pregio come frutta, ortaggi, vite, ulivi ed anche con numerose produzioni biologiche. Dunque, il crollo dei prezzi delle produzioni per gli imprenditori da un lato e l’aumento dei costi di numerose materie prime necessarie agli agricoltori per produrre (nafta agricola, fertilizzanti, energia elettrica, mezzi meccanici e ricambi ecc.) stanno creando grandi difficoltà anche a livello locale. E’ in questo contesto che si è svolto sabato 26 Marzo presso il Palazzetto dello Sport di C.da Casello ad Altomonte l’incontro tra l’Amministrazione comunale ed agricoltori ed allevatori provenienti anche da Roggiano Gravina, Lungro, Firmo, San Donato di Ninea, Tarsia e Bisignano. Per l’Amministrazione Comunale erano presenti il Vicesindaco Francesco Provenzale , l’Assessore all’ Agricoltura Emilia Romeo , l’Assessore Mario Pancaro, i Consiglieri: Maria Piraino, Luigi Capparelli e Giuseppe Capparelli. Dalla discussione, vivace e partecipata, sono emerse le difficoltà quotidiane della gestione delle aziende di piccole e medie dimensioni, su cui gli imprenditori chiedono l’attenzione e l’intervento delle superiori istituzioni. L’idea che è maturata a conclusione dell’iniziativa è stata quella di organizzare un ulteriore momento di incontro a cui invitare l’Assessore regionale all’Agricoltura Gianluca Gallo e la senatrice Fulvia Caligiuri. “Abbiamo raccolto le istanze e le problematiche evidenziate dai nostri agricoltori per la sofferenze del comparto nel nostro comprensorio – dice il Sindaco Gianpietro Coppola – perché siamo convinti che vadano aiutati e sostenuti in ogni modo possibile ed a ogni livello istituzionale. Altomonte, come gli altri paesi interessati, è un borgo a vocazione agricola, ed i rincari costituiscono una grave minaccia per il nostro tessuto economico e sociale. Per questo ci sentiamo in dovere di difendere questo comparto, e con esso la nostra gente , i piccoli imprenditori e i nostri padri di famiglia, e confidiamo nelle istituzioni superiori e nei loro rappresentanti che certamente si attiveranno in merito per discutere insieme la delicata problematica.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.