Il Corsecom accende i riflettori su una grande necessità del territorio. LA PRESENZA DELLA DIALISI NELLA LOCRIDE PUO’ AIUTARE FORTEMENTE ANCHE IL TURISMO

Il Corsecom accende i riflettori su una grande necessità del territorio. LA PRESENZA DELLA DIALISI NELLA LOCRIDE PUO’ AIUTARE FORTEMENTE ANCHE IL TURISMO

Articolo di Aristide Bava – E’ certamente un settore di cui si parla poco ma è estremamente importante anche per il turismo – Ovvero la necessità di attivare quella che comunemente può essere chiamata la ” Dialisi turistica”. Entra nel merito il Corsecom che richiama la necessità, appunto, di “Assicurare il trattamento dialitico ai turisti ed ai numerosi cittadini, originari del nostro territorio e residenti fuori regione, che vorrebbero, insieme alle loro famiglie, poter trascorrere nella Locride un periodo di vacanza sereno°. Il Corsecom affida ad una sua nota un appello al Commissario dell’ ASP di Reggio Calabria ” per andare incontro alle necessità di tutti coloro che sono obbligati a questo trattamento e vorrebbero avere la possibilità di spostarsi dalla propria residenza” e precisa che “un paziente dializzato non può mai sospendere i trattamenti, neanche qualche giorno per andare in vacanza”. Nella nota si evidenzia che “Ogni anno il problema si ripresenta e le difficoltà per i pazienti dializzati nel trovare un centro di dialisi disponibile sono sempre le stesse. Si tratta di una richiesta di alto valore etico e sociale, alla quale si ritiene che debba esserci la necessaria attenzione”.

Gli stessi Operatori turistici recita la nota del Corsecom sono molto amareggiati quando, su richiesta specifica, sono costretti a rispondere di non sapere se il servizio sarà attivato. ” In altri territori – scrive il Corsecom . si fa promozione turistica investendo proprio sui servizi sanitari necessari per poter garantire un soggiorno sereno e sicuro, anche perché, tra l’altro, l’attivazione della dialisi estiva ha ricadute positive sul territorio e rappresenta una iniziativa vantaggiosa per la stessa Azienda Sanitaria che può contare sulle risorse che arrivano dalle regioni di residenza dei pazienti dializzati”. Nella parte finale del documento l’auspicio “della sensibilità al problema del Commissario straordinario, il dott. Gianluigi Scaffidi ” e la richiesta, ” che vengano superate eventuali difficoltà nel garantire un progetto di dialisi estiva per il territorio della Locride. Una iniziativa di fondamentale importanza per chi non può rinunciare a questo tipo di trattamento, ma anche un’azione strategica per la promozione turistica delle nostre localita` “.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *