Il GAL Terre Locridee plaude al lavoro svolto dalla scuola di cucina “Uno chef per Elena e Pietro”

Il presidente del GAL Terre Locridee, Francesco Macrì, è intervenuto lunedì scorso, a Bianco, alla conferenza stampa dell’associazione “Uno Chef per Elena e Pietro”, nell’ambito della quale sono stati consegnati i diplomi ai 9 partecipanti al 1º Corso di Cucina, Pasticceria e Panificazione. Nel suo intervento ha voluto sottolineare l’eccezionalità di questa esperienza che sta crescendo a Bianco e che rende orgogliosi tutti i cittadini della Locride; esperienza unica perché, come dice il direttore Silvio Greco, di queste scuole ce ne sono solo 2 in tutto il mondo, una in Perù e una a Bianco, appunto. Unicità che poi porta anche a Bianco insegnati da molte città italiane, dall’Università di Pollenzo, a quelle di Reggio, Cosenza e Catanzaro. L’associazione “Uno Chef per Elena e Pietro” nasce con lo scopo di garantire un futuro migliore ai giovani calabresi che si affacciano nel difficile mondo del lavoro. Durante l’incontro, il Direttore scientifico dell’iniziativa, Silvio Greco, docente dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN), ha illustrato le caratteristiche del corso che ha permesso a nove ragazzi motivati di accedere a titolo gratuito a circa 2.000 ore di teoria e pratica culinaria, con la partecipazione a un corso di formazione professionale a titolo gratuito e a scopo di beneficienza esplicitamente nelle professioni di cuoco, panificatore e pasticcere. Lo scopo è stato anche quello di promuovere l’utilizzo dei prodotti del territorio attraverso la partecipazione alle varie manifestazioni eno- gastronomiche e culturali, ad affiancare Greco nelle lezioni ci sono stati anche Bruno de Francesco, cuoco del ristorante ZenZero e rappresentante della nostra regione nei più grandi eventi enogastronomici svoltisi in Italia negli ultimi anni. Alla conferenza stampa per la consegna dei diplomi erano presenti anche Giacomo Crinò, consigliere regionale, Giacomo Giovinazzo, dirigente del dipartimento agricoltura della Regione Calabria, Alberto Carpino di Slow Food Calabria, Leo Autelitano, presidente dell’Ente Parco d’Aspromonte e il titolare della struttura Arturo Pratticò.

Locri, 07 luglio 2020

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.