Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha dichiarato “l’allerta massima” per il coronavirus, dopo la scoperta del primo “caso sospetto”

COREA DEL NORD – Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha dichiarato “l’allerta massima” per il coronavirus, dopo la scoperta del primo “caso sospetto” ufficiale nel Paese. Kim ha presieduto una riunione d’urgenza dell’ufficio politico del partito comunista, nella quale è stato deciso di attivare “un sistema di allerta massima” per contenere il Covid-19, come ha annunciato l’agenzia di stampa ufficiale Kcna. Il caso riguarderebbe una persona uscita dalla Corea del Nord tre anni fa e rientrata lo scorso 19 luglio, “dopo aver varcato illegalmente la linea di demarcazione” con la Corea del Sud attraverso la Zona demilitarizzata (Dmz). La città di confine di Kaesong è stata posta in lockdown. fonte ansa.it

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.