Il Rotary Club di Locri e il raduno giovani

Il Rotary Club di Locri e il raduno giovani

Il Rotary Club di Locri nell’ambito del progetto “Summer Camp D 2102”, il 28 luglio ha accolto 10 giovani provenienti da diverse parti del mondo (Spagna, Irlanda, Svezia, Israele, Svizzera Francia e Albania) coinvolgendoli in un tour attraverso alcuni siti del nostro territorio, assieme ai soci del club. I “Camp” rientrano tra le tante iniziative del Rotary e si propongono di radunare gruppi di giovani di diverse Nazioni, in un periodo solitamente di 1-2 settimane per partecipare ad una medesima iniziativa culturale, sportiva o sociale. Per l’occasione, il Rotary di Locri ha organizzato una giornata ad essi dedicata, durante la quale c’è stata – dopo un breve saluto alla presenza dell’Amministrazione Comunale di Gerace guidata dal Sindaco Giuseppe Pizzimenti e rappresentata dall’assessore Salvatore Galluzzo – una visita guidata alla cattedrale e al borgo della Città. Successivamente, il gruppo si è spostato a Roccella Jonica dove dopo i saluti dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco e rappresentata dal consigliere comunale Domenico Cartolano gli ospiti hanno potuto godere della visita del castello medievale e, in un’area adiacente, divertirsi in una “lezione di difesa personale” a cura del Maestro Vincenzo Ursino attuale segretario del Rotary di Locri. La serata si è conclusa con una cena nella quale hanno partecipato gli ospiti ed i soci del Club. La finalità di questa iniziativa, organizzata dal Distretto Rotary 2102 della Calabria con Governatore Gianni Policastri con la partecipazione di 12 club della Calabria, come tutte le altre attività dello Scambio Giovani, affonda le proprie radici in quello spirito rotariano che sollecita e spinge un confronto con le nuove generazioni di molti Paesi diversi offrendo loro la possibilità di visitare un’altra nazione, in maniera tale da arricchire le esperienze e contribuire ad una crescita dei giovani, nonché di porre le basi per nuove leadership. La forza e la spinta organizzativa dei Club appartenenti allo stesso Distretto Rotariano, che hanno aderito a questo progetto ha permesso, dunque, uno scambio socio culturale che, tra l’altro, vede coinvolte anche alcune famiglie degli stessi rotariani che ospitano i partecipanti ai Camp. Il 28 luglio è stato, pertanto, l’ennesima occasione per trascorrere nel clima di amicizia e partecipazione, una giornata all’insegna dell’esperienza e dello scambio di culture diverse, favorendo una crescita sociale e culturale tra i partecipanti all’evento. Il Club di Locri Presieduto da Domenico Catalano dà, così, il via alle proprie attività, con questa splendida manifestazione che apre la strada ad un programma annuale che si prospetta ricco di iniziative, proiettate ad un coinvolgimento della nostra comunità attraverso l’organizzazione di eventi interessanti anche per la valorizzazione e il rilancio del territorio in cui viviamo.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.