Incidente di ieri sera sulla Jonio – Tirreno, il fratello di uno dei feriti denuncia disservizi all’ospedale di Locri

Incidente di ieri sera sulla Jonio – Tirreno, il fratello di uno dei feriti denuncia disservizi all’ospedale di Locri

Questo il messaggio Facebook del giornalista Antonio Tassone: – “Ieri sera mio fratello, mia cognata e mio nipote hanno avuto un brutto incidente stradale sulla SGC JONIO – TIRRENO quasi all’altezza dello svincolo di Grotteria Mare. Le indagini stabiliranno eventuali responsabilità, quello che mi preme sottolineare é che all’ospedale di Locri, al di là della competenza e sensibilità dimostrata dall’equipe medica e paramedica del pronto soccorso, non é stato possibile sottoporre alla TAC “total body” mia cognata in quanto il macchinario non era funzionante. L’unico elisoccorso notturno di stanza a Lamezia Terme non si é potuto levare in volo a causa del maltempo. Ricordo, che quello presente a Locri, nonostante la presenza di una pista “notturna”, é abilitato attualmente solo per i voli diurni.

Alla fine é stata trasportata d’urgenza con un’autoambulanza agli ospedali Riuniti di RC e sottoposta ad esami specialistici ma solo dopo qualche ora dall’incidente con buona pace di chi auspica in queste circostanze la celerità nei soccorsi per riuscire a poter salvare vite umane.
Diciamole queste cose in campagna elettorale perché oggi é capitato a noi, alla nostra famiglia, un giorno potrebbe capitare ad altri. È una ruota che gira per tutti. Che senso ha tenere aperto un reparto di rianimazione a Locri se la TAC non funziona e se non c’é nemmeno un dirigente medico preposto a redigere apposito referto medico?
Ma non mi rassegno, anzi non dobbiamo rassegnarci, dobbiamo pretendere che anche sul nostro territorio la sanità pubblica funzioni così come accade in altre parti d’Italia.” – ARTICOLO TRATTO DA ECODELLALOCRIDE.IT

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *