LOCRI: SAINATO, “INACCETTABILE RICHIESTA CIFRE NON DOVUTE SU RISCOSSIONE TRIBUTI”

Riceviamo e Pubblichiamo – Ho scritto lettera all’Organo Straordinario di Liquidazione per chiarimenti 

“Negli scorsi giorni ho ricevuto dall’Organo Straordinario di Liquidazione, presso il Comune di Locri, una nota di riscontro alla mia richiesta di chiarimenti e provvedimenti, conseguente all’avvio massivo di avvisi di accertamento e ingiunzione di pagamento per vari tributi comunali. Purtroppo le risposte ricevute sono carenti, contraddittorie e insufficienti. Per questo motivo ho replicato alla Commissione che cura il dissesto, offrendo ulteriori spunti e considerazioni, a difesa dei cittadini locresi e ribadendo la necessità di sospendere, in autotutela e in via cautelativa, le procedure avviate. L’ho fatto, come ho chiarito, nel pieno esercizio delle mie funzioni di Consigliere Comunale della Città di Locri, per tutelare chi, ingiustamente, si è visto recapitare degli atti per i quali aveva già effettuato i relativi pagamenti. Ho precisato all’OSL il proprio dovere di vigilare e verificare, puntualmente, il lavoro della società concessionaria che, con ogni evidenza, sta espletando il proprio servizio con una certa approssimazione. L’OSL deve accertare eventuali inadempimenti e provvedere secondo le previsioni contrattuali. Ho chiarito che la notifica delle ingiunzioni per il ruolo idrico 2009 non era urgente. L’amministrazione comunale, nel 2017, aveva provveduto ad interrompere i termini di prescrizione e per tale ragione l’OSL e il concessionario avrebbero avuto tutto il tempo per verificare, opportunamente, il ruolo. Ho constatato che sono stati fatti cadere in prescrizione i ruoli TARI per gli anni 2013 e 2014. Ho evidenziato, infine, che il ruolo TARI 2015 non è stato spedito ai contribuenti per come ricevuto dagli uffici comunali. Il servizio tributi dell’Ente, infatti, aveva trasmesso gli elenchi delle morosità, opportunamente depurati dei contribuenti che avevano pagato il dovuto. Da un incrocio di dati, invece, emerge che gli inoltri effettuati oggi non tengono conto di quanto ottenuto dall’ufficio tributi. E’ evidente, quindi, che vi sono delle inesattezze, che l’OSL e il soggetto scelto per la concessione del servizio devono individuare e sanare, al più presto. Auspico che non si avviino azioni esecutive nei confronti dei cittadini. Ciò, difatti, determinerebbe ulteriori danni a carico della cittadinanza a anche dell’Ente. Continuerò a seguire la vicenda, con crescente attenzione e, se del caso, informerò di quanto sta avvenendo il Ministero dell’Interno” – Così il consigliere comunale di Locri, Raffaele Sainato.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.