Murales nel 700esimo anniversario. S.AGATA DEL BIANCO ONORA DANTE

Articolo di Aristide Bava – Il piccolo borgo di S. Agata del Bianco, ben noto per avere dato i natali allo scrittore Saverio Strati e forte di un vero e proprio Museo all’aperto fatto di vari murales si è arricchito, a 700 anni dalla sua morte. di una significativa opera che rappresenta Dante Alighieri. Il nuovo Murale è stato realizzato dall’artista siciliano Andrea Sposari e abbraccia l’intera parete di una delle caratteristiche case del centro interno locrideo . Rappresenta il sommo poeta, sulla cui spalla si nota la mano di Virgilio, ma egli, – come ha evidenziato Sposari, “con il suo tormento interiore, pensa a Beatrice che, trovandosi in un luogo indefinibile come il Paradiso, ha il viso tratteggiato dalla luce” . Un’opera secondo le intenzioni del sindaco Domenico Stranieri che non solo tende alla riqualificazione urbana ma serve anche a far riscoprire la cultura e le tradizioni locali. ” La difesa di Dante della lingua volgare – afferma il primo cittadino di S. Agata – non è soltanto un fatto letterario e culturale. Esprime la coscienza che tutti gli uomini possono tendere alla salvezza della verità, anche i meno colti.

Dante in un certo senso vince questa scommessa quando molti contadini, a S. Agata come in molti altri centri d’ Italia, conoscono e memorizzano i suoi versi. Ecco perchè, idealmente, ci piace collegare i murales dei nostri contadini con questa nuova significativa opera indirizzata al sommo poeta.” La nuova opera, in effetti, si collega perfettamente con i temi letterari presenti nel Museo a cielo aperto del piccolo Borgo.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *