Portigliola (RC): Roberto Ieraci sull’incendio nell’impianto di trattamento dei rifiuti di San Leo
Dopo l’incendio si pensi ad una soluzione alternativa……
L’incendio che si è verificato nell’impianto di trattamento dei rifiuti di San Leo nel Comune di
Siderno, mette a nudo la triste realtà della problematica relativa alla gestione dei rifiuti in Calabria.
Da anni ormai si vive in una situazione di emergenza sopratutto nel periodo estivo dove la
popolazione aumenta in modo notevole e ci si trova impreparati ad affrontare l’ enorme quantità
di rifiuti che viene prodotta. I cittadini, seppur in quasi tutti i comuni si sta effettuando la raccolta
differenziata, debbono collaborare affinché la percentuale di raccolta differenziata aumenti
sempre di più abbandonando il sistema delle discariche a vantaggio di una filiera del riciclo.
Purtroppo in tutti questi anni si sono solo utilizzate soluzioni tampone che non hanno di certo
risolto mai il problema. Non è sostenibile da parte dei cittadini vivere con la paura di avere una
discarica in casa, che possa rilevarsi una vera e propria “bomba ecologica”. I cittadini non debbono
pagare le colpe di scelte politiche ed istituzionali sbagliate che hanno da sempre danneggiato il
nostro territorio. Negli altri Stati i rifiuti sono un opportunità economica di sviluppo e di lavoro
oltre che sorgenti di risorse rinnovabili e recuperabili. Bisogna redigere un piano di lungo respiro,
incentivando i cittadini ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata anche con sgravi sul
pagamento delle tariffe Tari. Il territorio e i cittadini debbono essere salvaguardati per questo
dobbiamo puntare su un economia più verde e più sostenibile.
Roberto Ieraci Presidente Associazione Culturale ” Nuovi Orizzonti per il Sud”

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.