Primo freddo, da domani impianti di riscaldamento utilizzabili anche in Calabria

Primo freddo, da domani impianti di riscaldamento utilizzabili anche in Calabria

Domani, 15 ottobre, inizierà la stagione climatica che regola gli orari di accensione degli impianti di riscaldamento in tutte le Regioni italiane. Introdotta nel 1993, la normativa prevede la creazione di sei fasce climatiche – dalla più calda alla più fredda – entro le quali definire i limiti di accensione degli impianti sia a livello pubblico (quindi per scuole, istituzioni e così via) sia a livello privato, al fine di ottimizzare i consumi ed evitare sprechi.

In Calabria sono presenti ben quattro fasce climatiche, condizione di unicità condivisa con la sola Sicilia: si tratta delle uniche due regioni con così ampia differenza in tutto il paese, che passano dalle aree di fascia B e C (ossia quelle più calde) lungo le coste e le aree piane a quelle di fascia D ed E (ossia quelle più fredde) nelle aree interne, collinari e di montagna.

Tra i capoluoghi, troviamo in fascia D Vibo Valentia, unico al quale è consentita l’accensione dei riscaldamenti per un massimo di 12 ore al giorno. Seguono, in fascia C, Catanzaro Cosenza, con un’accensione di 10 ore al giorno. Infine, in fascia B, troviamo Crotone e Reggio Calabria, con un massimo di 8 ore al giorno. La stagione climatica si conclude il 31 marzo nelle fasce più calde ed il 15 aprile in quelle più fredde, mentre non ha limitazioni nell’area dell’arco alpino.

articolo tratto da ecodellalocride.it – fonte cn24tv.it

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.