Rendere Praia a Mare una Sport City #Puntoeacapo ha incontrato le associazioni sportive

Rendere Praia a Mare una Sport City #Puntoeacapo ha incontrato le associazioni sportive

COMUNICATO STAMPA

PRAIA A MARE, sabato 7 maggio 2022

Nella nostra programmazione lo sport riveste un ruolo fondamentale. Siamo consapevoli dei benefici che un’attività sportiva ben organizzata e ispirata da valori sani può portare a una comunità sul piano della crescita sociale. Ed è per questo che apprezziamo molto la vostra presenza qui, oggi, e i contributi che vorrete dare per migliorare il nostro programma elettorale”.

Maria Pia Malvarosa, candidata di #Puntoacapo, lista impegnata nelle imminenti elezioni comunali di Praia a Mare, ha accolto così i rappresentanti delle associazioni sportive operanti nella Città dell’Isola Dino, introducendo l’incontro avvenuto venerdì 6 maggio 2022, presso la sede elettorale di via Filippo Turati.

Si tratta di uno dei tanti appuntamenti di ascolto che la compagine guidata dal candidato sindaco Antonino De Lorenzo sta svolgendo allo scopo di recepire al meglio le istanze provenienti dalle anime civili, associative e imprenditoriali praiesi per integrare le proprie linee programmatiche.

#Puntoeacapo riferisce di un incontro molto partecipato dalle rappresentanze di diverse attività sportive: calcio, pallavolo, basket, tennis, sports outdoor, motociclismo, paddle, danza, fitness, diving e altre. Sono scaturiti spunti interessanti e concreti dal confronto tra i presenti e i componenti della lista che, per questo particolare settore, può fare affidamento sulla competenza dei candidati Giuseppe Cetraro e Giuseppe Lamboglia, entrambi atleti con militanza ed esperienza nelle associazioni sportive locali.

Abbiamo fatto nostre le loro proposte – commenta Lamboglia –, soprattutto le richieste più ricorrenti da parte loro: poter utilizzare in modo corretto e paritetico gli impianti sportivi presenti a Praia a Mare e la creazione di nuovi contenitori per lo sport e per attività connotate da aspetti artistici, come ad esempio la danza”.

Particolarmente apprezzato l’intervento dei rappresentanti del Motoclub Gli Amici di Praia a Mare, organizzatore di uno noto motoraduno, evento per il quale è stata chiesta centralità, e che hanno parlato di “incontro storico”, quello di venerdì, per via della presenza simultanea di così tante realtà sportive praiesi e sintomo del desiderio di comunione di intenti.

La sintesi finale del confronto è stata affidata a De Lorenzo. “Per #Puntoecapo – ha detto – lo sport ha tre finalità: benessere fisico, turismo e scudo per le dipendenze. In particolare, può essere inteso come attrattore turistico, grazie alla realizzazione di eventi sportivi, e come servizio a disposizione dei nostri visitatori. È necessario mettere tutte le attività in vetrina attraverso un info-point che, anche in collaborazione con la Proloco, sarà il megafono di tutto quello che si può fare.

Bisogna puntare a rendere Praia a Mare una sport city. Per questo pensiamo alla creazione di un osservatorio permanente sul sistema sportivo con le associazioni sportive e le strutture turistiche: un presidio operativo che sappia cogliere tutte le opportunità offerte dal settore e creare collaborazione tra tutti gli attori coinvolti. Ma anche a un fondo dedicato allo sport, con una dotazione minima di 100 mila euro per investire in sport e accoglienza.

Sto parlando di proposte avanzate da Danilo Campanella, componente del gruppo e tecnico sportivo, che ringrazio per i contributi innovativi.

Oggi – ha proseguito il candidato sindaco rivolgendosi ai presenti – prendiamo l’impegno con voi e con i praiesi che le strutture sportive esistenti saranno valorizzate, mentre punteremo a trasformare la parte dell’ex area industriale Marlane di proprietà della collettività in un impianto fieristico che possa ospitare anche attività sportive indoor, esibizioni e grandi eventi.

Ma con un monito – ha precisato –: saranno contemplate solo iniziative con finalità sociali e di educazione civica. Gli eventi dovranno sempre prevedere momenti di formazione per i più giovani, per trasmettere valori, regole di vita ed esperienze che saranno le basi su cui fonderanno il loro agire futuro. Lo sport per migliorare il paese, il turismo, ma soprattutto le giovani generazioni”, ha concluso Antonino De Lorenzo. 

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.