SABATO 28 AGOSTO NELLA TERRAZZA DEL MUSEO QUINTO INCONTRO TRA BERGAMOTTO DI REGGIO E BRONZI DI RIACE

SABATO 28 AGOSTO NELLA TERRAZZA DEL MUSEO QUINTO INCONTRO TRA BERGAMOTTO DI REGGIO E BRONZI DI RIACE

Sabato 28 agosto alle ore 21 – nella meravigliosa cornice della Terrazza del Museo Archeologico di Reggio – si terrà il “V Incontro tra il Bergamotto di Reggio Calabria e i Bronzi di Riace. Due Eccellenze Mondiali di Reggio Metropolitana”. L’Evento è organizzato dal Museo, da Cis della Calabria e dal Comitato per il bergamotto di Reggio Calabria. Sarà aperto dal Direttore del Museo dott. Carmelo Malacrino e dalla Presidente del Cis Calabria dott.ssa Loreley Rosita Borruto e imperniato su una breve conversazione dello storico prof. Pasquale Amato, Docente Universitario della “Dante Alighieri” e componente del Comitato Scientifico del Cis, nonché Presidente del Comitato che promuove il Principe Mondiale degli agrumi.

     Durante l’evento il pittore reggino Alessandro Allegra realizzerà un dipinto in estemporanea. La Serata si concluderà con la consegna del “2° Premio Bergamotto di Reggio Calabria” ai Tre Vincitori: Francesco Crispo, storico dirigente ed esperto del Consorzio del Bergamotto di Reggio Calabria; Marcello Cortese, titolare dell’Azienda Giò Profumi che ha al suo attivo una linea ininterrotta di prodotti “al Bergamotto di Reggio Calabria” senza omissioni; Antonia Nato, protagonista dell’idea originale del B&B “Profumo di Bergamotto di Reggio Calabria”. Alla Premiazione parteciperanno i soci Fondatori del Comitato, l’artista Enzino Barbaro (autore del pregevole Premio in Legno di Bergamotto di Reggio Calabria) e Martina Di Lorenzo, Miss Sorriso Calabria e candidata alle Finali Nazionali di Miss Italia. Saranno ospiti graditi alcuni rappresentanti istituzionali.

   «Il Bergamotto di Reggio Calabria e i Bronzi di Riace sono due eccellenze mondiali che la Città Metropolitana può vantare. E il loro accostamento come beni identitari è stata una intuizione felice condivisa con il Direttore Malacrino», afferma il professore Amato«Il “principe mondiale degli agrumi” – al cui Olio Essenziale è stato riconosciuto nel 2001 dall’Unione Europea il marchio DOP (Denominazione di Origine Protetta) – ha da secoli la sua area di produzione ottimale nella fascia costiera reggina che va dalla mitica Scilla a Monasterace. Le condizioni microclimatiche e di ventilazione e le caratteristiche del terreno fanno sì che attecchisca e si sviluppi florido soltanto in quest’area. Quindi è molto più di un prodotto tipico regionale, come sovente viene presentato. E’ un prodotto unico del Made in Italy nel mondo”.

    Il Direttore Carmelo Malacrino ha dichiarato: «La Calabria è conosciuta nel mondo per i suoi beni identitari, tra questi soprattutto i Bronzi di Riace e il Bergamotto di Reggio. Quest’ultimo è chiamato “l’oro verde” perché costituisce una ricchezza del territorio nei diversi usi che se ne fanno nel mondo: nell’alimentazione, nell’industria agro-alimentare e dolciaria, nei prodotti per la cosmesi e di profumeria».

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *