Si può fare di più. GLI INTERROGATIVI DI VINCENZO LOGOZZO E LE DISFUNZIONI DELLE VACCINAZIONI

Si può fare di più. GLI INTERROGATIVI DI VINCENZO LOGOZZO E LE DISFUNZIONI DELLE VACCINAZIONI
L’Hub di Siderno non sfrutta le sue enormi potenzialità
Articolo di Aristide Bava, SIDERNO – Perchè non si mette in condizione l’ Hub di Siderno ubicato presso la moderna struttura del Palasport di esprimere al meglio il suo potenziale di vaccinazioni ? E perchè,ancora, le persone che chiedono di essere vaccinate tramite la piattaforma vengono dirottate in altre località ben più lontane di Siderno ? Interrogativi che pone con rammarico il presidente della Consulta delle Associazioni di Gioiosa Jonica, Vincenzo Logozzo , impegnato da tempo nel servizio gratuito di prenotazioni delle vaccinazioni per le persone anziane, molte delle quali non hanno i mezzi o non sanno come provvedere alle prenotazioni. Logozzo si chiede anche perchè presso il Palasport non vengono “aperte” le vaccinazioni agli altri sieri come Pzifer e Moderna e si continua a praticare solo l’ Astrazeneca cosa che sta frenano sensibilmente il numero delle vaccinazioni perchè molti cittadini dirottati, dslle piattaforme. al Palasport sono affetti da patologie incompatibili con quel tipo di vaccino e, quindi, sono costretti a tornarsene indietro senza vaccinazione. In effetti, evidenzia Logozzo , presso l’ Hub di Siderno ci sarebbe la possibilità , con i suoi dieci box, di vaccinare sino a oltre 1000 persone al giorno cosa che, purtroppo non si è verificata neppure lontanamente durante i vax days che hanno avuto punte massime di circa 300 vaccinazioni giornaliere.
“La piattaforma, dice Logozzo,manda ad essere vaccinati all’ Hub anche persone di età inferiore ai 60 anni ( che l’ Aifa sconsiglia di vaccinare con Astrazeneca ) o i conviventi molto giovani che “curano” le persone con disabilità. Un sistema che è molto sbagliato e che ritarda le vaccinazioni e/o affievolisce pesantemente il diritto dei cittadini ad essere vaccinati . A ciò si aggiunge anche – dice ancora Vincenzo Logozzo – che le forniture di Pfizer e Moderna negli altri centri vaccinali vengono riforniti con il classico contagocce e ciò costringe i responsabili degli altri centri ad agire di conseguenza”. In effetti la situazione ( vaccini permettendo ) potrebbe migliorare sensibilmente anche perchè – questo è un dato di fatto – anche durante i vax days lo stesso Centro vaccini sidernese di contrada Cerchietto ha sempre superato per numero di vaccinazioni l’ Hub del Palasport.
L’auspicio che fa Vincenzo Logozzo è che si prenda atto delle attuali disfunzioni e si riesca ad incrementare il numero di vaccinazione partendo dalla necessità che anche all’ Hub venga consentito l’uso degli altri vaccini e non solo di Astrezeneca e che soprattutto le piattaforme di prenotazione tengano conto della residenza dei vaccinandi e delle loro necessità garantendo il vaccino adeguato soprattutto per le persone fragili, i caregiver e i giovani. Solo in questo modo la percentuale del numero dei vaccinati potrà assumere “numeri” importanti in vista dell’imminente stagione estiva che dovrebbe segnare un momento importante della ripresa economica e sociale del territorio.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *