SIDERNO: Chiusura Liceo Artistico. DOCUMENTO CONGIUNTO DI 4 CANDIDATI A SINDACO

SIDERNO: Chiusura Liceo Artistico. DOCUMENTO CONGIUNTO DI 4 CANDIDATI A SINDACO

Articolo di Aristide Bava – Come era prevedibile la chiusura del Liceo Artistico ha suscitato notevole stupore in città dove non è mancato chi ha considerato questa chiusura un nuovo “schiaffo” alla comunità. Ecco che dopo le recenti considerazioni di Paolo Fragomeni e del Pd con il candidato a sindaco Maria Teresa Fragomeni,, oltre che del consigliere regionale Raffaele Sainato e di alcuni rappresentanti scolastici arriva addirittura una nota congiunta di quattro dei cinque candidati a sindaco vale a dire Stefano Archinà (#inpiedipersiderno), Domenico Barranca (Siderno nel cuore), Antonio Cutugno (Noi per Siderno) e Antonio Sgambelluri (Comunisti Uniti per Siderno). I quattro esponenti politici intanto invitano ad avviare un monitoraggio straordinario di tutti gli Istituti scolastici della Locride .

Precisano poi che “Un istituto inagibile è una ferita aperta per tutti quei ragazzi che sono costretti a ritornare alla didattica a distanza e la dura presa di coscienza su quanto lo stato di salute degli istituti scolastici calabresi sia spesso lontano dagli standard minimi richiesti. È stata – dice ancora il comunicato – una vera e propria doccia fredda apprendere della chiusura dell’istituto artistico di Siderno: una struttura relativamente nuova, che ha ospitato negli anni diversi incontri pubblici. A pochi giorni dagli esami di stato ed alla fine di un anno travagliatissimo per gli studenti viene chiusa poiché pericolosa proprio per la loro incolumità. Ogni genitore, ogni famiglia, dovrebbe sentirsi sicura quando manda i propri figli a scuola: proprio per questo, ci fa piacere che subito dopo aver appreso dei risultati dei rilievi tecnici si sia deciso di agire con celerità per mettere al sicuro i ragazzi e far partire immediatamente ulteriori controlli. Il nostro auspicio, però, è che adesso questa struttura non diventi l’ennesima cattedrale del deserto: chiediamo con forza che partano al più presto i lavori di messa in sicurezza dell’opera, che si individuino da subito le eventuali responsabilità per quanto successo e che si lavori affinché già dal prossimo settembre l’istituto artistico possa avere una sede, da individuare sul territorio di Siderno”.

Il comunicato non si ferma quì e aggiunge “Bisogna però essere sicuri che tutte le scuole siano totalmente sicure: per questo chiediamo con forza all’autorità metropolitana di avviare un monitoraggio straordinario delle condizioni di sicurezza di tutti gli istituti scolastici della nostra città e dell’intera Locride. La sicurezza dei nostri bambini, dei nostri ragazzi deve essere al centro di un piano straordinario di controllo e eventualmente messa in sicurezza: il costo della prevenzione è ben più basso di quello di una eventuale e prevedibile tragedia”.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *