Siderno: Il Palazzetto è quasi pronto a “ospitare” le vaccinazioni. Può garantire fino a 800 somministrazioni al giorno

L’Amministrazione comunale sta lavorando per accelerare i tempi di apertura del nuovo Centro vaccinale al palazzetto dello sport dove è ormai previsto che dovrà sorgere un Hub. La struttura potrà essere capace di somministrfare almeno 700/800 vaccinazioni al giorno. Secondo alcune dichiarazioni rilasciate dalla presidente della Commissione straordinaria, viceprefetto Maria Stefania Caracciolo il nuovo centro vaccinale potrebbe essere pronto lunedì 19 aprile.

Per la verità l’utilizzo del Palazzetto dello sport (completato ma ancora non inaugurato) come nuovo centro vaccini, aveva anche sollevato qualche polemica, in particolare da parte di rappresentanti delle associazioni sportive, per il pericolo che, a causa di questo particolare utilizzo come centro di vaccinazione, si possano causare danni all’integrità del parquet. La dott.Caracciolo ha chiarito che questo pericolo sarà scongiurato perché il parquet «sarà adeguatamente coperto in modo da poterne salvaguardare l’integrità», anticipando che quando terminerà l’emergenza Covid si provvederà ad assegnarlo in gestione, tramite regolare bando, per garantire la sua regolare funzione per le attività sportive.

D’altra parte la struttura, opportunamente visionato dai rappresentanti dell’ Esercito, che ne cureranno la gestione per le vaccinazioni, d’intesa con la Protezione civile e la Croce rossa, è ottimale per l’importante servizio di hub vaccinale. Già al momento della prima visita dei rappresentanti dell’Esercito effettuata con la presenza del dott. Pasquale Mesiti, responsabile del Centro vaccinale dell’ ex ospedale, gli immediati riscontri erano stati positivi. È nuovo, pronto all’utilizzo, con un’area di parcheggio molto vasta e gode di tutti i requisiti richiesti. Da qui l’intesa con l’Amministrazione comunale che si è subito impegnata per garantire gli arredi e quant’altro necessario per il suo utilizzo. Sulla base delle indiscrezioni filtrate dovrebbe essere dotato di dieci box per i vaccini e le varie necessità legate alle operazioni a corredo della vaccinazione, compresa ovviamente la linea internet. La sua funzionalità è garantita da un progetto predisposto dal responsabile dell’Ufficio tecnico comunale ing. Pietro Fazzari e visionato dal dott. Pasquale Mesiti. articolo di Aristide Bava

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.