SIDERNO (RC): Mariarosaria Tino “NECESSARIO ONORARE LA BANDIERA BLU”

Aristide Bava SIDERNO – La recente notizia dell’assegnazione della bandiera blu a Siderno ha certamente suscitato reazioni positive ed ha premiato l’impegno degli amministratori, vecchi e nuovi, che si sono prodigati per ottenere il riconoscimento. Ma adesso – afferma l’ Osservatorio Cittadino Rifiuti presieduto da Mariarosaria Tino è necessario prendere atto della reale situazione del paese e stimolare, la soluzione delle problematiche ancora irrisolte.

” Pertanto – dice una nota della Tino dopo una lunga premessa per affermare quanto sopra – ricordiamo ai signori Commissari che il paese, nonostante le rassicurazioni pronunciate nell’ultimo incontro pubblico con i cittadini, continua a non essere dotato di una vera isola ecologica (a dire il vero anche quella finta, usata come punto di raccolta degli ingombranti, continua ad essere chiusa). Eppure i centri di raccolta dei rifiuti che non rientrano nelle categorie della differenziata sono un servizio obbligatorio, e fondamentale, nei paesi in cui si effettua la raccolta porta a porta”. Quindi la presidente dell’ Osservatorio invita i Commissari ” a sfruttare l’attuale periodo di rigido controllo del territorio dovuto all’emergenza covid 19 chiedendo alle forze dell’ordine di vigilare e sanzionare i numerosi incivili che continuano ad abbandonare i rifiuti nelle pubbliche vie” e ,poi, rivolge un appello “affinchè le fiumare del territorio, divenute vere e proprie discariche a cielo aperto, vengano bonificate e messe in sicurezza” auspicando anche “che si effettui un monitoraggio costante e si intervenga puntualmente sui sollevamenti del sistema di raccolta degli scarichi fognari che spesso vanno in tilt rilasciando i liquami in mare per giorni e giorni prima che la ditta preposta risolva il guasto”.

Un ultimo invito viene fatto “in vista della stagione estiva” aggiungendo testualmente nella nota ” pretendiamo che le spiagge siano veramente attrezzate come richiede il riconoscimento della bandiera blu con docce decorose e dotate di rubinetti a tempo in modo da evitare gli sprechi d’acqua, che i bidoni della raccolta differenziata collocati in spiaggia vengano svuotati quotidianamente e che gli interventi in spiaggia da parte dei mezzi meccanici siano limitati per tutelare le specie protette che sulle spiagge nidificano”.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.