SIDERNO: Terza volta in un mese. AUTO INCASTRATA NEL PASSAGGIO A LIVELLO DEL RIONE SBARRE

SIDERNO: Terza volta in un mese. AUTO INCASTRATA NEL PASSAGGIO A LIVELLO DEL RIONE SBARRE

Articolo di Aristide Bava – E’ successo ancora. Per la terza volta nel giro di un mese una autovettura è rimasta incastrata tra le due sbarre del passaggio a livello del Rione Sbarre, nella zona sud della città, all’uscita del lungomare. Anche in questo caso come era successo pochi giorni addietro il guidatore è riuscito con alcune manovre a mettere l’autovettura in maniera parallela alla sbarra lato mare e alle rotaie in modo che l’eventuale passaggio del treno non provocasse danni ne a lui ne alla autovettura. Per fortuna ha avuto il tempo di farlo anche se il treno è stato,poi, bloccato prima dell’arrivo al passaggio a livello grazie all’allarme che è stato immediatamente dato. Anche in questo caso tanta paura ,molta apprensione ma nessun danno a persone o cose a parte gli inevitabili disagi causati, in quella zona, al traffico in entra e uscita del lungomare. Resta, però, l’interrogativo che si accompagna a questo nuovo increscioso episodio: è solo mancanza di prudenza degli automobilisti, o presso questo passaggio a livello esiste un pericolo costante a causa delle sua ubicazione ? E’ giusto ricordare che il passaggio a livello è una uscita del lungomare che in periodo estivo è molto trafficato dalle autovetture e si trova a circa 50 metri da un semaforo che “taglia” la SS. 106 dalla via Amendola. Spesso accade che quando il semaforo è rosso si forma una fila di autovetture ed inevitabilmente qualche automobilista poco attento resta incastrato tra una vettura e l’altra proprio al centro del passaggio a livello. Se malauguratamente le sbarre vengono, intanto, abbassate per consentire il passaggio del treno scatta la “trappola”. Indubbiamente buona parte della responsabilità è da ascrivere agli automobilisti che dovrebbero accorgersi per tempo della possibilità di un inconveniente del genere e attendere, prima di attraversare il passaggio a livello, che la strada sia libera. Può accadere, però, che scatti il rosso quando già, soprattutto nel periodo estivo con il traffico decuplicato, si è formata la fila delle autovetture. Insomma il passaggio a livello in questione è molto pericoloso e necessiterebbe qualche soluzione idonea ad evitare ogni pericolo di sorta. Logico girare questa considerazione ai responsabili della rete ferroviaria. Intanto questi continui episodi dovrebbero invitare gli automobilisti ad avere la massima prudenza.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *