Siderno: Ultimo Sit In e nuova strategia. CASA DELLA SALUTE, ADESSO SI GUARDA AVANTI

Articolo di Aristide Bava – Il Comitato “Casa della Salute” di Siderno, dopo sei mesi di mobilitazione ha diffuso un comunicato in cui ” valuta positivamente i risultati raggiunti” e afferma che “Senza la nostra assidua presenza davanti all’ex-ospedale, non si sarebbe discusso di riattivazione della Casa della Salute. Ringraziamo tutti quelli – dice ancora la nota – che hanno voluto, con la loro presenza, testimoniare la giustezza della nostra iniziativa e il contributo dei media locali e nazionali che ci hanno fatto da cassa di risonanza mediatica. E’ stato importante il collegamento con le altre associazioni calabresi, in mobilitazione come noi, per richiedere un servizio sanitario efficiente per tutti i calabresi e in particolare Comunità Competente, che coinvolge centinaia di associazioni.La nomina del nuovo Commissario Scaffidi, ha determinato un’accelerazione dei processi, fermi da anni, ed ha sbloccato la situazione ” Poi il comunicato ricorda l’incontro reggino del 5 maggio richiesto da Comunità Competente con i vertici dell’ASP di RC e l’apertura di un dialogo tra le parti, che dovrà continuare proficuamente, fino alla completa realizzazione della Casa della Salute”. Guardando al futuro il Comitato preciosa che “Entro fine maggio, andranno a bando le gare per la scelta della società, che dovrà elaborare i progetti esecutivi, entro fine anno dovrebbe concludersi questa prima fase, a cui seguirà il bando per individuare l’azienda che eseguirà i lavori e i successivi passi per la realizzazione”.

La nota aggiunge, quindi che “Come Comitato, abbiamo chiesto di aprire un tavolo di confronto permanente per definire i contenuti assistenziali della Casa della Salute, per dare immediate risposte ai bisogni di salute dei cittadini. Abbiamo constatato un atteggiamento di confronto e collaborazione, da parte del management aziendale e, pertanto, abbiamo chiesto che ci siano ulteriori incontri tematici di approfondimento, sia con la Direzione Strategica dell’ASP di RC, sia col Distretto della Locride. Vogliamo essere presenti nel tavolo di regia, per individuare l’allocazione delle prestazioni da attivare all’interno della struttura, e desideriamo essere informati per seguire passo passo la ristrutturazione dell’edificio”.

Il comunicato informa delal disponibilità delal Asp di Reggio Calabria “di implementare, da subito, altri servizi e prestazioni nella struttura, oltre quelli attualmente presenti, in linea con quelli previsti per le Case della Salute. In questo modo, in breve tempo, senza dovere attendere che sia completata la ristrutturazione dell’edifico, sarà possibile anticipare alcuni servizi, a partire dalla Aggregazione Funzionale Territoriale (AFT) tra i Medici di Medicina Generale e quelli della Specialistica compresenti nella stessa struttura, semplificando, così, notevolmente la burocrazia e i tempi di attesa per tutti i cittadini, che hanno diritto a risposte immediate ai problemi di cura e assistenza”. Nelal nota ssi ecidenzia poi Un altro “risultato positivo ” che riguiarda i consultori familiari ” per i quali da subito, ci sarà incremento di personale” precisando che l’ Aspha iniziato ad emanare , i bandi di assunzione ” per 1.400 ore di specialistica ambulatoriale”. A questo proposito . dice il comunicato – verrà creata una Consulta dei Consultori dell’ASP per individuare le esigenze territoriali ew si ricorda anche che “E’ stato chiesto di istituire un Consultorio attivo h 12 per ogni Distretto, mantenendo gli altri a h 6” Nella parte finale del comunicato viende , poi, detto “.

La nostra presenza sarà attiva, in primo luogo sui tavoli di consultazione e trattativa, di cui non mancheremo di informare puntualmente la cittadinanza” e viene data comunicazione che saranno sospesi i presidi “. pronti a riprenderli, però, e a rafforzare le mobilitazioni nel caso la burocrazia dovesse tendere a rallentare questi primi risultati positivi.” Poi l’informazione che giovedi pomeriggio ci sarà un primo incontro con la dottoressa Silvana Murdaca, responsabile dell’ASP della Locride, “con l’obiettivo di iniziare a disegnare il nuovo volto della Sanità nella nostra zona”. Altri incontri -conclude la nota- sono previsti con i responsabili ai vari livelli.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *