SIDERNO: Verso le elezioni. TUTTO PRONTO PER IL VOTO DEL 3 e 4 OTTOBRE

SIDERNO: Verso le elezioni. TUTTO PRONTO PER IL VOTO DEL 3 e 4 OTTOBRE

Aristide Bava SIDERNO – La campagna elettorale è entrata nel vivo e i candidati hanno già approntato i fac-simili con i quali inviteranno i cittadini a dare la loro preferenza. Dal sorteggio effettuato il primo simbolo sulla scheda elettorale è toccato alla lista “Comunisti uniti per Siderno” che ha per candidato a sindaco Antonio Sgambelluri. Poi sono previste al secondo posto le cinque liste del centrodestra che sostiene Domenico Barranca, ovvero “Barranca sindaco”, “Siderno nel cuore”, “La Destra”. “Cittadini di Siderno” e “Progetto Siderno Barranca sindaco”. A seguire “Siderno 2030” a sostegno di Stefano Archinà. Al quarto posto le liste del Partito Democratico che supportano Maria Teresa Fragomeni “Ripartiamo Siderno” e ” Pd”. Chiudono la carrellata le due liste a sostegno di Antonio Cutugno ” Noi per Siderno” e “Corriamo insieme”. Altro adempimento già espletato è stata la nomina degli scrutatori che dovranno comporre i seggi elettorali dislocati, come la solito, in più punti del territorio comunale. La novità di questa tornata elettorale è che l’elettore può votare due preferenze purchè di sesso diverso. Ovviamente i due candidati devono essere della stessa lista. Per esprimere il proprio voto il cittadino deve barrare il nome del candidato a sindaco e inserire la o le preferenze nei due righi presenti accanto ad ogni simbolo . Si può scrivere solo il cognome salvo che non ci sia possibilità di omonimia. In questo caso è necessario inserire anche il nome. C’è poi, essendo Siderno comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, la possibilità del voto disgiunto, ovvero l’elettore può votare un candidato a sindaco e uno o due candidati ( di sesso diverso) al consiglio comunale di altre singole liste o diversa coalizione. Come si diceva la campagna elettorale è entrata nel vivo con l’ esercito dei candidati al consiglio comunale che hanno già attivato la caccia al voto per la conquista di un posto al sole in seno al civico consesso dove troveranno posto solo 20 dei 170 candidati. I cittadini di Siderno, con molta onestà, stando alle voci che si sentono in giro, avrebbero voluto una minore frammentazione ma ,probabilmente, questo si può intendere anche come grande “voglia” partecipativa dopo i tre anni di commissariamento che hanno fatto seguito allo scioglimento del Comune per “infiltrazioni mafiose”. Adesso la città vuole guardare al futuro e sono in molti i cittadini ad auspicare che la futura amministrazione comunale. qualunque essa sia, riesca ad affrontare di petto i problemi ( e sono tanti) della città per farle riconquistare il ruolo di punto di riferimento della fascia ionica reggina. Nei prossimi giorni i partiti e le coalizioni politiche certamente presenteranno ai cittadini i loro programmi e anche dai loro documenti si potranno avere delle adeguate indicazioni su quello che sarà, o potrebbe essere, almeno nelle intenzioni, il futuro di Siderno.

Michele Macri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *